Forum

Strategia dell’UE p...
 
Notifications
Clear all

Strategia dell’UE per la gioventù 2019–2027 M3 S. M. 3.2 A. 2


Giovanni La Marca
Posts: 8
Topic starter
(@giovanni-la-marca)
Active Member
Joined: 10 months ago

A mio parere, i ragazzi di oggi sono molto più interessati alla politica (in linea generale) di quanto lo fosse la mia generazione alla loro età. Questo fenomeno è probabilmente nato con i social media. Purtroppo però, ovviamente spesso i giovani non hanno le conoscenze per capire veramente i sistemi complessi, così si innesca un meccanismo per cui un numero crescente di giovani non ha fiducia nell'UE, ha difficoltà a capirne i principi, i valori e come funziona e perciò vi è un crescente euroscetticismo tra i giovani. Pertanto, è importante che noi animatori giovanili ci si impegni a promuovere il senso di appartenenza dei giovani al progetto europeo, o comunque almeno creare dibattiti, scambiando idee sulle questioni politiche emergenti, europee e non.

Non solo è importante aiutare i giovani dibattendo, ma poiché loro, come le vecchie generazioni, hanno generalmente più difficoltà a verificare l'esattezza e l'affidabilità delle informazioni. Hanno bisogno di essere più adeguatamente attrezzati per navigare nel panorama dei media e per partecipare al dialogo costruttivo. Insomma, si devono creare prima le fondamenta del dibattito. Come animatore giovanile, si dovrebbero organizzare sedute con giochi tematiche per coinvolgere i giovani, in maniera tale da garantire ai giovani un migliore accesso a informazioni affidabili, sostenere la loro capacità di valutare informazioni in modo critico e di impegnarsi in un dialogo partecipativo e costruttivo.

Un altro problema grave da affrontare, è quello del fenomeno tale per cui i giovani sono sottorappresentati nei processi decisionali che li riguardano, sebbene il loro impegno sia cruciale per la democrazia, non hanno granché voce in capitolo, spesso le decisioni (quasi sempre in realtà) le prendono gli adulti per loro, che sì hanno più esperienza e consapevolezza, ma meno immedesimazione nel loro ruolo di loro stessi. Pertanto, come animatore giovanile, dovrei cercare di incentivare l'autonomia dei giovani e fornire spazi dedicati ai giovani dove potere esprimere i loro voleri concernenti tutti gli ambiti che li riguardino.

In sostanza, come animatore giovanile, dovrei utilizzare tutti gli Obiettivi europei per la gioventù come guida per la mia pratica, cercando di coinvolgere i giovani in prima istanza attraverso giochi e altre attività ricreative, informandoli, istruendoli e facendogli sviluppare le proprie idee.

1 Reply
Balaram Gaire
Posts: 1
Moderator
(@bgaire)
Member
Joined: 11 months ago

Grazie per il commento molto interressante. Infatti, il prossimo risultato del progetto sarà una linea guida per l’inserimento della metodologia nelle strutture per i giovani, che servirà a motivare ai giovani per inserire in questo settore. 

Reply
Share: